FCA vieta gli ETN e i derivati del bitcoin e dell’etereum

La British Financial Conducts Authority (FCA) ha vietato le crypto Exchange Traded Notes (ETN) e i derivati.

Dicono che le crypto sono volatili, non hanno „nessuna base affidabile per la valutazione“, c’è „una comprensione inadeguata“ delle crypto da parte dei „consumatori al dettaglio“ e il meglio di tutti è „la mancanza di una legittima necessità di investimento per i consumatori al dettaglio di investire in questi prodotti“.

Numerosi studi hanno accertato che il Bitcoin Pro in particolare ma anche l’etica ha alcune qualità desiderabili dal punto di vista degli investimenti.

In particolare, essi sono un diversificatore in un portafoglio d’investimento in quanto non sono correlati ad altre classi di attività come le azioni o l’oro

Il bitcoin è anche una copertura contro i rischi geopolitici, il che significa che i rendimenti possono essere più alti o le perdite possono essere inferiori in un portafoglio d’investimento con il bitcoin.

A causa di ciò, c’è una specifica necessità di un ETN bitcoin in quanto è l’unico modo disponibile per accedere a bitcoin attraverso un portafoglio di azioni o un fondo pensione.

Che i cripto sono volatili è ben noto, ma il Tesla e molti altri titoli sono a volte altrettanto volatili

Gli investitori al dettaglio, inoltre, non capiscono molti degli investimenti che acquistano, come gli ETF o alcuni titoli e molto altro, ed è per questo che di solito hanno un consulente finanziario.

Infine, si può facilmente sostenere che nulla ha una „base affidabile per la valutazione“, come attestano molti titoli in bolla o i prezzi delle case.

Esistono però dei modi proxy per farsi un’idea di quando qualcosa è sopravvalutato o sottovalutato, con questo modo proxy per il bitcoin sono le stime di crescita degli utenti e le stime di attività.

Ma, come per le azioni e molto altro, la speculazione può andare ben oltre i fondamentali, con un prezzo di solito intrinsecamente imprevedibile, perché altrimenti l’investimento non avrebbe alcun rischio e quindi nessuna ricompensa.

Ciò significa che questo divieto è probabilmente più politico che per la preoccupazione di proteggere gli investitori, soprattutto per quanto riguarda gli ETN bitcoin e ethereum.